Nike Dualtone Racer amazonshoes neri Da fitness MrIYdnMh

SKU-111216-obz413
Nike Dualtone Racer amazon-shoes neri Da fitness MrIYdnMh
Nike Dualtone Racer amazon-shoes neri Da fitness

Comandi principali console

Usa la levetta sinistra del controller per muovere l’eroe nell’ambiente di gioco. Spostando leggermente la levetta farai camminare il personaggio, mentre spostandola a fondo lo farai correre. Tienilo a mente quando ti avventuri in nuove zone: correre alla massima velocità in un territorio inesplorato potrebbe rendere più difficoltosa la ritirata

Nel corso delle tue avventure ti imbatterai in abitanti di Sanctuarium e in oggetti di ogni sorta con i quali potrai interagire. Per iniziare una conversazione con un personaggio, per raccogliere un oggetto o per usarlo, avvicinati e premi il pulsante “A” (Xbox 360 e Xbox One) o il tasto “X” (PlayStation®3 e PlayStation®4).

Controlli Xbox 360

Controlli PlayStation®3

Controlli Xbox One

Controlli PlayStation®4

Il combattimento è il cuore pulsante di Diablo III. Mentre esplori cimiteri sferzati dalla pioggia o percorri gli impietosi deserti di Sanctuarium, orde di mostri usciranno dall’oscurità o dal terreno sotto i tuoi piedi per assalirti in massa. Potrai udirli tra le tenebre fuori campo prima che ti attacchino, e molti ti inseguiranno se proverai a darti alla fuga.

Usa le tue abilità per sbaragliare i nemici.

Attacca un mostro e, in modalità predefinita, il tuo eroe sferrerà un fendente o un tiro, a seconda dell’arma (da mischia o da tiro) equipaggiata .

Se colpirai il bersaglio, infliggerai danni in base all’arma e al livello del personaggio. Potrai verificare i danni medi inflitti dal tuo eroe dalla schermata dell’inventario, accessibile con il tasto predefinito: “I” su PC/Mac e attraverso il menu del personaggio su console (Xbox 360 e Xbox One: BACK; PlayStation®3 e PlayStation®4: SELECT).

Quando attaccherai un mostro, vedrai una barra rossa sopra di esso: questa corrisponde alla vita del mostro, ed è una rappresentazione grafica del numero di colpi che potrà subire prima di esplodere violentemente o di crollare in una pozza di sangue ai tuoi piedi. Quando la barra si svuoterà completamente (diventando nera), il mostro morirà. Attenzione: se dopo aver tagliato a metà un mostro con un fendente ne vedi il torso strisciare verso di te con gli artigli protesi in direzione della tua gola, il mostro non è da considerarsi morto.

Comandi di combattimento console

Per la console sono state disegnate nuove meccaniche di combattimento per rendere la tua esperienza di gioco in Diablo III ancora migliore. Per esempio, puoi segnalare la tua posizione per mostrare dove desideri che i tuoi compagni si dirigano, o per richiedere aiuto, premendo la levetta destra. In basso troverai maggiori informazioni su come attivare la funzione Aggancia bersaglio, assegnare abilità e schivare.

Aggancia bersaglio

Su console, puoi usare la funzione Aggancia bersaglio per fermarti e concentrarti su un mostro specifico: sopra il bersaglio agganciato comparirà una freccia. Così sarà più facile concentrare gli sforzi su un determinato mostro per svuotarne più rapidamente la barra vitale.

Utilizzo delle abilità

Man mano che aumenta di livello, l’eroe ottiene nuove abilità da usare in battaglia. Puoi usare un massimo di sei abilità contemporaneamente, assegnandole ai comandi del controller dal menu Personaggio. Una volta assegnate le abilità, premendo i comandi corrispondenti potrai impiegare diverse combinazioni di strategie offensive e difensive usando le abilità all’unisono.

Schivata

I nemici più potenti che incontrerai a Sanctuarium possono sferrare colpi devastanti. Fortunatamente, gli eroi nefilim di Diablo III per console sono in grado di sfruttare uno speciale comando di schivata per sottrarsi agli attacchi.

PlayStation®3 e PlayStation®4

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare il lavoro del sito e il Vostro uso del sito. Usando i cookies raccogliamo e temporaneamente manteniamo qualunque informazione personale. Potete modificare le preferenze sull’utilizzo dei cookies nella sezione Privacy delle impostazioni del Vostro browser. Più informazioni: Informativa sull’utilizzo dei dati personali

05:30 24 Luglio 2018
Ricerca
Log in Registrazione Log out
© Sputnik . Vladimir Pirogov © AP Photo / Azamat Imanaliev
1 / 2
URL abbreviato

Gli Stati Uniti avevano chiesto il permesso per dislocare una loro base militare in Kirghizistan per un solo anno, ma non hanno rispettato questa promessa, perché per loro era vantaggioso avere una presenza in Asia centrale, ha affermato in un'intervista con RIA Novosti l'ex presidente kirghiso Askar Akayev.

Gli Stati Uniti hanno avuto la base aerea "Manas" inKirghizistan nel dicembre 2001, prima dell'inizio dell'operazione "Enduring Freedom" inAfghanistan. Secondo l'accordo con le autorità del Kirghizistan, la struttura poteva essere utilizzata solo per scopi logistici: dal trasferimento di carichi militari a quello di personale inAfghanistan.

Юрий Абрамочкин
L'ex presidente del Kirghizistan Askar Akayev

Askar Akayev all'epoca era il presidente del Kirghizistan. La base americana è rimasta aperta fino al 2012.

Secondo Akayev, nel 2001 dopo gli attacchi terroristici a New York il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha presentato ufficialmente una richiesta al governo del Kirghizistan, incui chiedeva di prendere inconsiderazione la possibilità di dislocare una base logistica statunitense nel Paese.

"Da loro era pervenuta una lettera firmata dal presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Era noto che gli americani si erano rivolti a tutte le Repubbliche dell'Asia centrale. Avevano avuto temporaneamente una base inUzbekistan (Karshi-Khanabad 2001-2005, ndr)… Era stato definito il termine: 1 anno. Gli americani ci hanno chiesto 1 anno con la possibilità di proroga ma, come sappiamo, non hanno rispettato questi tempi, dal momento che come sempre avevano altri piani",— ha detto Akayev.

Secondo l'ex presidente, il vero obiettivo degli Stati Uniti non era solo la lotta contro il terrorismo, ma cercare di ottenere una presenza militare inuna regione strategicamente importante.

"Successivamente ogni anno veniva concessa la proroga, (per la base americana, ndr), ogni anno il Dipartimento di Stato ci inviava la richiesta,"— ha raccontato l'ex presidente del Kirghizistan.

Fino al 2005, cioè fino a quando Akayev è rimasto il presidente del Kirghizistan, il canone d'affitto per la base non ha mai subito aumenti.

Depositphotos
Lingua sito
  • English
  • Deutsch
  • Français
  • Español
  • Русский
  • Italiano
  • Português
  • Polski
  • Nederlands
  • 日本語
  • Česky
  • Svenska
  • 中文
  • Türkçe
  • Español (Mexico)
  • Ελληνικά
  • 한국어
  • Português (Brasil)
  • Magyar
  • Українська
Informativa Legale
Contatto e Supporto
Seguici

© 2009-2018. Depositphotos Inc., USA. Tutti i Diritti Riservati.